info@cuoridinchiostro.it

L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafón

L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafón

L'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafón Libro Barcellona

Questo l’incipit del romanzo L’Ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón, la cui storia porta con sé mistero, amori, amicizia e un pizzico di follia:

Ricordo ancora il mattino in cui mio padre mi fece conoscere il Cimitero dei Libri Dimenticati. Erano i primi giorni dell’estate del 1945 e noi passeggiavamo per le strade di una Barcellona intrappolata sotto cieli di cenere e un sole vaporoso che si spandeva sulla rambla de Santa Monica in una ghirlanda di rame liquido.
«Daniel, quello che vedrai oggi non devi raccontarlo a nessuno» disse mio padre. «Neppure al tuo amico Tomás. A nessuno.»
«Neanche alla mamma?» domandai sottovoce.
Mio padre sospirò, offrendomi il sorriso dolente che lo seguiva sempre come un’ombra.
«Ma certo» rispose a capo chino. «Per lei non abbiamo segreti.»

Incipit di L’Ombra del vento, di Carlos Ruiz Zafón

La trama della tetralogia e di L’ombra del vento, di Carlos Ruiz Zafón

Protagonista del romanzo è Daniel Sempere, un ragazzo di 11 anni che si affaccia al mondo e a una Barcellona piegata dalla guerra civile, ma sempre affascinante, che Zafon riesce a dipingere con maestria.

In un giorno particolarmente triste,  quando Daniel non ricorda più il volto della madre, vittima della guerra, il padre lo porta al Cimitero dei Libri Dimenticati.  Una volta dentro, anche il lettore verrà trasportato dall’alone di magia e mistero che vi regna. Daniel adotta un libro, che sarà proprio L’ombra del vento, rimanendone rapito e cercando altre opere dell’autore: Julián Carax. Scopre, però, che dietro a questo nome ci sono intrecci di storie, che riguardano anche la sua vita, e fitti segreti da scoprire, che lo terranno impegnato dall’infanzia all’età adulta, accompagnandolo per dieci anni, finché il mistero non sarà risolto.

L’ombra del vento di Zafon è il primo della tetralogia della serie del Cimitero dei Libri dimenticati, tutti in modo diretto o indiretto riguardano le vicende di vita di Daniel e dei personaggi che l’autore impara a farci amare e scoprire.

Questo l’ordine cronologico della tetralogia:

Il genere

E’ difficile etichettare il romanzo con un solo genere, si passa dal giallo al thriller, al mistery e anche al gotico. Leggendolo, infatti, sembra di passeggiare nel Barrio Gótico di Barcellona, di vedere i contrasti tra opulenza e povertà e sentire l’aria frizzante dopo essersi scoperti vicini a scoprire un indizio.

Sebbene questo sia il primo romanzo giallo che trova spazio qui su Cuori d’inchiostro, altri romanzi (dei pilastri della letteratura) gotici che potrebbero interessarvi possono essere Dracula, di Bram Stoker, e Frankenstein, di Mary Shelley.

L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón può essere considerato anche introspettivo. Zafon è capace di far entrare il lettore negli animi profondi, sconsiderati e innamorati dei personaggi. Sembra di accompagnarli nella loro ricerca, fino ad arrivare a fine lettura e sentirsi più arricchiti.

Zafón ci porta a spasso per Barcellona

Se avete in programma di fare un viaggio a Barcellona e volete seguire le orme di Daniel e dell’Ombra del vento, ecco alcuni luoghi che diventano realtà:

Il Cimitero dei Libri dimenticati: protagonista indiscusso, che dà il nome alla tetralogia. Se vi recate in una stretta via, Carrer de l’Arc del Teatre, che si trova verso fine della Rambla vi ritroverete suggestionati dall’atmosfera presente e chissà, forse riuscirete a intravedere il portone annerito!

– Plaça Reial: piazza famosa per le sue palme e i suoi portici, nella storia è foriera di due incontri importanti. E’ qui che Daniel farà conoscenza con Fermín Romero de Torres, portatore di follia, amico fidato e lavoratore instancabile. Questa piazza vedrà anche nascere l’amore tra Daniel e la bella Clara.

Els Quatre Gats: è un locale storico di Barcellona. Nel romanzo rappresenta il luogo dove Daniel incontra Don Gustavo Barcelò, ricco librario antiquario, nonchè zio di Clara. A lui Daniel si affida inizialmente per avere informazioni sul libro adottato nel Cimitero.

Montjuïc :  se avete più giorni per visitare la città, Montjuïc vale la pena di essere vista. E’ una montagna da cui potrete godere di una vista mozzafiato, oltre che delle bellezze sul posto (il castello, il faro e i giardini). Non solo, dal punto di vista dell’Ombra del vento a Montjuïc si trova il cimitero dove è sepolta la madre di Daniel (ma anche la tomba del celebre Joan Mirò!). 

Buona lettura (e viaggio)!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *