info@cuoridinchiostro.it

Funziona nella città di …: Giorno Uno – Gilberto Cavallina

Funziona nella città di …: Giorno Uno – Gilberto Cavallina

Funziona Giorno Uno

Se siete alla ricerca di un libro scorrevole ma per nulla banale, e magari da leggere in compagnia di bambini, questo primo volume di una serie di 5 farà al caso vostro. Scritto a soli 27 anni da Gilberto Cavallina, classe 1987, per sua stessa “ammissione” influenzato da Gianni Rodari, Funziona nella città di …: Giorno Uno richiama un po’ situazioni Calviniane.

Dal titolo…

Già il titolo è tutto da decifrare: quanti di voi avrebbero mai detto che esso contiene sia il nome del protagonista (il sig. “Funziona. Funziona e basta“) e della città in cui tutto si svolge (…, la città di Trepunti)? La vicenda si svolge inoltre in un solo giorno, il primo che Funziona trascorre nella città di Trepunti.

Alle vicende di Funziona nella città di …

Il mistero continua fin dalle prime pagine. Conosciamo fin da subito infatti l’ingenier Funziona ed il suo approccio alla conoscenza del mondo che lo circonda. Come non provare un lieve stupore leggendo la discussione tra Funziona ed il tassista che lo accompagna in hotel? O quando dichiara di non aver prenotato alcuna stanza e lascia scegliere al suo accompagnatore dove portarlo?

Oltre alla scoperta della città di Trepunti e dei suoi abitanti, sia da parte del lettore che del protagonista (che, ricordiamo, è qui in visita), la vera differenza la fa l’approccio di Funziona alla scoperta. Aperto a varie esperienze ma soprattutto ad osservazioni molto diverse da quelle a cui tutti noi siamo abituati, l’ing. Funziona guida il lettore in una sorta di viaggio personale nel tempo, fino a fargli ricordare com’è il mondo visto con gli occhi di un bambino. E dov’è la differenza? La differenza è nel modo in cui il mondo viene osservato, non dando nulla per scontato o abituale. Vogliamo parlare del filo che potrebbe fare il giro del mondo? O del bambino che, per raggiungere la mamma che lo chiama, potrebbe aver circumnavigato il globo terrestre?

La logica al servizio di Funziona

Il protagonista sembra risolvere vari disguidi con un pizzico di logica… differente da quella a cui siamo abituati, semplicemente perché diverso è il punto di partenza iniziale. Del resto, essa ci permette di trarre conclusioni partendo da un’assunzione iniziale: è proprio nella differenza di quest’ultima che a volte nascono fraintendimenti o incomprensioni. E’ sufficiente spostarsi un po’, o fare un passo indietro, e capire e vedere le cose da un altro punto di vista.

Dove alloggia Funziona?

Facciamo un passo indietro. Ricordate quando dicevamo che è il tassista a scegliere l’hotel per Funziona? Bene. Ma di che hotel si tratta? Di un hotel a tre stelle… di media! Che significa? Si tratta di un hotel a 5 piani, in cui ogni piano ha un numero di stelle differente. La media è, appunto, 3 stelle. Partendo dal basso, il loro numero aumenta con l’aumentare del piano. Gli ospiti arrivano al primo piano, e devono guadagnarsi la salita ai piani superiori. Riuscirà Funziona ad arrivare ad avere una camera a 5 stelle?

Se siete incuriositi da questo libro di esordio di Gilberto Cavallina, “Funziona nella città di …: Giorno Uno“, potete trovare qui sia la versione cartacea che elettronica. Date anche uno sguardo al sito web di Funziona, che potrete trovare qui! Se invece volete saperne di più su Gilberto, sui suoi libri, ed avere accesso ad alcuni contenuti esclusivi, non vi resta che andare sul suo sito web.

Buona lettura!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *