info@cuoridinchiostro.it

La famosa invasione degli orsi in Sicilia – Dino Buzzati

La famosa invasione degli orsi in Sicilia – Dino Buzzati

La famosa invasione degli orsi in Sicilia - Dino Buzzati

La famosa invasione degli orsi in Sicilia è un romanzo di Dino Buzzati: autore ai più conosciuto per il famoso Il deserto dei Tartari. La storia è stata pubblicata nel 1945 a puntate sul Corriere dei Piccoli, prima rivista settimanale di fumetti in Italia.

Si legge in poco tempo, ma soprattutto si tratta di una storia illustrata: potrete guardare le tavole disegnate dall’autore stesso. Il racconto mantiene toni ironici, ma anche vintage: troverete termini desueti, in mezzo a un linguaggio molto semplice e alcune parti in rima che rendono il racconto anche piuttosto musicale.

La storia della famosa invasione degli orsi in Sicilia

Il romanzo narra di un gruppo di orsi che vive in Sicilia in un’epoca indefinita.

Re Leonzio, a capo del gruppo, si trova a dover invadere il Granducato di Sicilia a causa di un inverno molto rigido e la carenza di cibo e viveri. Nel frattempo, Re Leonzio cerca disperatamente suo figlio Tonio: anni prima, infatti, è stato rapito dagli uomini.

Ci sono molte vicissitudini e avventure tra uomini e orsi, che ruotano intorno ad alcuni nomi: Orso Babbone, Orso Frangipane, un Troll, Gatto Mammone (ma non lasciatevi ingannare dal nome: è davvero cattivo!), Orso Saltrino, un mago (ma con solo due incantesimi!) e molti fantasmi. Come si abbineranno insieme tutti questi personaggi? Re Leonzio riuscirà a trovare il figlio? Uomini e animali riusciranno a convire o uno prevaricherà sull’altro?

Un’invasione di metafore

Sebbene il racconto sia rivolto a bambini e ragazzi, di un’età compresa tra gli 8 e gli 11 anni, è sicuramente una storia per tutti. Infatti, il romanzo è piuttosto versatile, da fiaba della buonanotte, con occhi più adulti può fare riflettere su temi molto attuali. Innanzi tutto, usando l’espediente della contrapposizione tra uomo e animale, Dino Buzzati ci parla di alcuni aspetti negativi della società e delle conseguenze dei vizi umani. In molti punti si tocca con mano la nostalgia di una sorta di paradiso perduto fatto di cose semplici. Spesso sullo sfondo si ragiona su quanto, a volte, non si apprezzi mai abbastanza ciò che si ha e si vada alla ricerca di qualcosa che, in fondo, è effimero.

Altro tema interessante che emerge in La famosa invasione degli orsi in Sicilia è la natura che si snatura: cosa accade quando la nututa incontra l’umanizzazione? Tendiamo sempre a rendere umano qualcosa che non lo è, perchè ci fà meno paura, forse perchè lo sentiamo più vicino. Eppure, è sempre giusto?

Cosa accade quando gli istinti perdono la loro natura? E se la natura perde la sua essenza? Si può trovare un compromesso? Queste domande e molte altre si affacciano alla mente nel leggere questo breve testo, ma ricco di spunti.

Trasposizioni

Oltre ad essere stato trasformato in spettacolo teatrale per ragazzi alla fine degli anni ’90, La famosa invasione degli orsi in Sicilia è diventato anche un film d’animazione. Infatti, grazie a Lorenzo Mattotti, che si è occupato non solo di illustrarlo, ma anche della regia e della sceneggiatura in collaborazione con altri nomi francesci (la produzione è italo-francesce), il film è stato presentato al Festival di Cannes a Maggio di quest’anno. Il film uscirà nelle sale italiane il 7 Novembre 2019, ma segnaliamo che si terrà una proiezione speciale al Lucca Comics & Games.

La famosa invasione degli orsi in Sicialia (locandina)

Qui sopra potete vedere la locandina, che a nostro gusto sembra molto accattivante. Tra le voci che animeranno i personaggi, non possiamo non menzionare Toni Servillo e la possibilità di risascoltare la voce di Andrea Camilleri. Se la locandina vi ha incuriosito e avete voglia di vedere come sono le animazioni, qui potete vedere il trailer uscito da poco.

Noi, come spesso accade, vi consigliamo prima di tutto il libro, in particolare l’edizione illustrata che trovate su Amazon. Se cercate altre letture per bambini e ragazzi, leggete i nostri articoli sul nostro sito Cuori d’inchiostro.

Buone letture!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *