info@cuoridinchiostro.it

Tutti giù per aria – Rosella Postorino

Tutti giù per aria – Rosella Postorino

Tutti giù per aria - Rosella Postorino

In questo mese di novembre vogliamo parlarvi di un libro per bambini, e più precisamente di Tutti giù per aria, di Rosella Postorino. Pubblicato quest’anno (2019), questo libro condivide la stessa casa editrice di Harry Potter, la Salani Editore. Tutti giù per aria è il primo libro per bambini dell’autrice, classe 1978, che ha iniziato la sua carriera di scrittrice nel 2004. Carriera che la vede vincitrice, lo scorso anno, del Premio Campiello.

Chi è Tina?

Rosella Postorino, in Tutti giù per aria, ci porta alla scoperta di uno strano mondo visto dagli occhi di Tina, una bimba non molto amata dai compagni. O perlomeno così si sente lei stessa. Del resto, Tina rasenta la perfezione; non si cimenta mai in attività in cui non è sicura di eccellere, non partecipa ai giochi all’aria aperta perché teme di essere impacciata, non colora mai fuori dai margini e mette sempre la mano davanti alla bocca prima di starnutire. Come se non permettesse a sé stessa di avere dei difetti. 

Tina e la Pallavolo

Dopo aver fatto la conoscenza di Tina, ci stupiamo insieme a lei nell’assistere alla sua partecipazione ad una partita di Pallavolo con i suoi compagni. Del resto, Tina viene sempre scelta per ultima, non riesce a permettere alla palla di superare la rete… insomma, è convinta di non saper giocare. Allora perché si ritrova alla battuta? Non lo sappiamo, ma ci ritroviamo concentratissimi insieme a lei, intenta a far sì che la palla, per una volta, quella rete la superi. Ed effettivamente, Tina stavolta ci riesce! La palla non solo supera la rete, ma supera perfino il campo di gioco, e finisce nel fiume.

Così, come nelle migliori storie, tutto comincia con un “Ve la riporto subito, aspettatemi qui”.

Il tempo del “subito” si dilata (la palla viene trascinata via dal fiume, fino a… beh, lo scoprirete leggendo il libro!) ed è scandito da tantissimi incontri ed episodi, che a volte sono buffi, altre volte fanno comparire un sorriso e altre volte ancora fanno pensare.

Tutti giù per aria di Rosella Postorino: quale tema?

Sebbene si tratti “soltanto” di un libro per bambini, il tema cardine di Tutti giù per aria di Rosella Postorino è fondamentale nella vita di ogni adulto e bambino. Si tratta della paura di non essere accettati, e di accettare i difetti, propri ed altrui.

I personaggi di Tutti giù per aria

Durante le avventure di Tina incontriamo personaggi tutt’altro che perfetti. La loro forza, però, sta nel fatto che ognuno di loro riesce a far dei loro difetti un vanto, un orgoglio, e a metterli al servizio di sé stessi e degli altri. Stiamo pensando a Gianna Baloon, signora grossissima ma che proprio grazie a questa sua caratteristica fisica riesce a volare come una mongolfiera e salvare chi ne ha bisogno. Oppure al sindaco: timido a tal punto da nascondersi; ansioso a tal punto da lasciare direttive ai suoi collaboratori per ogni evenienza, eppure talmente sensibile da scrivere cose preziose. E ancora: Brezzolino, il gran puzzone, accusato da Tina di “spuzzolentire” i bambini (chissà perché? Di cosa si occupa Brezzolino?), ma con un senso estetico e pratico invidiabile.

Ovviamente gli incontri con i personaggi sono molti di più, ma noi di Cuori d’inchiostro speriamo di avervi incuriosito abbastanza! Chi sono Miss Mousse e Fiamma? E Lentiggini?  Di cosa si occupa Flora? Cosa succede alla Fiera degli Scarti? Per saperlo non vi resta che leggere il libro!

Dall’accettazione dei difetti all’integrazione

Questo apre le porte all’integrazione, sia per Tina che per il lettore. Si possono accettare i propri difetti? Come ci si convive? Come si trasformano in qualcosa di positivo? Come si può fare per guardarli e accettarli? 

Nessuno, nel mondo visitato da Tina, è perfetto. Al contrario, ognuno sembra essere presentato dal proprio difetto. Tutti però hanno un’eccellenza. Né si vergognano, nemmeno lontanamente, dei loro punti deboli! Anzi, a volte questi stessi vengono utilizzati per fare un mestiere. Oppure, i personaggi sviluppano talmente tanta bravura in qualcosa, che gli altri sono pronti ad accettare i difetti, che passano addirittura in secondo piano. 

In più, in questo libro si parla in chiave buffa o leggera anche di difetti fisici, non per sminuirli, ma per mostrare che è possibile affrontarli e farsi accettare dagli altri per altre qualità. 

Perché parlare di un libro per bambini?

Cuori d’inchiostro ha da sempre prestato attenzione ai lettori più giovani, offrendo articoli a loro dedicati. Nella sezione seguente troverete, infatti, alcuni nostri articoli dedicati a libri per bambini e ragazzi di ogni età. Le motivazioni per dedicare una lettura del mese ad un libro per bambini sono varie. 

In primis, a noi piace pensare che un bambino che si avvicina alla lettura sarà un probabile futuro lettore una volta acquisiti gli strumenti per leggere da solo. In secundis, il momento della lettura può essere un momento di condivisione da passare con i vostri figli, nipoti, cugini e tutti i piccoli amici che frequentate. 

In ultimo, perchè non pensiamo che i libri per bambini siano solo per bambini. A volte ci fanno stare a contatto con il bambino che c’è in noi adulti, facendoci riscoprire sensazioni ed emozioni che non ricordavamo. Come dice Gianna Baloon:

“[…]Il mondo ha un problema di memoria, non di infelicità”.

Gianna Baloon in “Tutti giù per aria” di Rosella Pastorino

Perché parlare proprio di questo libro per bambini?

Questo libro ha un valore aggiunto grazie alle illustrazioni di Alessandra Cimatoribus. Questa illustratrice si è occupata già di più di 40 libri, tradotti in tutto il mondo e con più case editrici. Vi invitiamo a visitare il suo sito se volete saperne di più. 

Una peculiarità delle tavole illustrate di Tutti giù per aria è che quelle che sono all’interno della lettura sono tutte in bianco e nero. Alla fine del libro, però, troverete altre tavole, questa volta a colori. Noi di Cuori d’inchiostro, pur non conoscendo la motivazione alla base di questa scelta di Alessandra Cimatoribus, ipotizziamo che ciò simbolizzi l’avvenuta integrazione: solo accettando i miei difetti posso vedere il mondo a colori!

Inoltre, crediamo che il tema presentato in questo libro sia attuale e di fondamentale importanza in un clima generale in cui non ci si accetta nemmeno tra adulti. Forse, allora, è meglio ritornare a quando si era più piccoli e si scopriva il mondo, per vederlo con più onestà e naturalezza

Letture per bambini su Cuori d’inchiostro

Cuori d’inchiostro ha già parlato di letture per bambini o giovani lettori. Tra esse, spiccano forse i libri dell’universo di Harry Potter di J. K. Rowling: Le fiabe di Beda il Bardo, Il Quidditch attraverso i secoli e Gli animali fantastici: dove trovarli. O Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren: chi di noi non l’ha letto o non ha visto il telefilm in TV da bambini?

Oltre a questi non dimentichiamo la serie di cinque libri di Gilberto Cavallina, che ci trasporta nel mondo di Funziona che scopre la città di … (si legge Trepunti). Segnaliamo anche una  storia di Dino Buzzati, di cui giusto questo mese, è uscita l’animazione nelle sale: La famosa invasione degli orsi in Sicilia.

Valutazione

4 su 5
Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *