info@cuoridinchiostro.it

…che Dio perdona a tutti – Pif

…che Dio perdona a tutti – Pif

...che Dio perdona a tutti - Pif

Chi di noi non conosce Pif, nome d’arte di Pierfrancesco Diliberto? Conduttore e autore televisivo, sceneggiatore, regista, scrittore, attore e conduttore radiofonico italiano, Pif è noto al grande pubblico per il suo programma Il testimone, trasmesso su MTV, e per il suo essere stato una Iena. …che Dio perdona a tutti di Pif è la sua ultima fatica letteraria, edita da Feltrinelli.

…che Dio perdona a tutti di Pif: Palermo vista con gli occhi di Arturo, tra calcetto e pasticcerie

Chi è Arturo? Un trentacinquenne, single, che di professione fa l’agente immobiliare e che sta bene così. Le sue uniche preoccupazioni sono il cibo (in cui la pignoleria di Arturo raggiunge i suoi apici) e la ricerca della migliore pasticceria palermitana. Nel tempo libero dal lavoro e da questa “missione”, Arturo gioca a calcetto, nel ruolo di portiere, con gli amici (qualcuno dei quali è anche collega).

La tranquillità e la routine di Arturo vengono stravolte quando lui conosce la figlia del proprietario della pasticceria: quella che fa le migliori iris di Palermo. Come ogni altra volta, Arturo se ne innamora immediatamente, eleggendola a donna dei suoi sogni. La stessa cosa avvenne però in passato, quando per una donna (ancora, la donna dei suoi sogni) Arturo fece viaggi e viaggi a New York dilapidando tutti i suoi risparmi… il tutto naufragò a causa della ritrosia di Arturo a fare “un passo in più”. Che stavolta sia la volta buona?

Come conquistare la donna dei suoi sogni?

Eh, bella domanda. Arturo sfrutterà il suo essere molto cattolica. Come? Sostituendo l’uomo che interpreta Gesù Cristo durante una Via Crucis! Non vogliamo svelarvi nulla, ma la scena descritta è a tratti esilarante, mentre in altri proviamo tenerezza e imbarazzo per Arturo stesso. L’unica cosa sorprendente, però, ed ovviamente l’unica che rende Arturo colmo di gioia, è che Lei si innamora!

Dall’innamoramento alla crisi di coppia

Inizia così un periodo idilliaco, fatto di quotidianità, routine, fino ad arrivare alla convivenza e alle presentazioni alle rispettive famiglie. Tutto bellissimo, finché Lei si accorge del fatto che Arturo tanto credente non è. Iniziano così discussioni che sembrano interminabili, finché Arturo ha un’idea geniale: decide di mettere in pratica, per solo tre settimane, gli insegnamenti del Cristianesimo e del Papa. Alla lettera, però, non come fanno molti che si professano cattolici per poi fare un po’ quello che vogliono. Il fatto che Lei possa essere così non sfiora nemmeno la mente di Arturo, che crede fermamente nella fede della donna dei suoi sogni.

Tre settimane da perfetto Cristiano

Inizia così una rivoluzione che cambierà le vite non solo di Arturo e della donna dei suoi sogni, ma anche quella dei suoi colleghi, la vita lavorativa di Arturo, le relazioni interpersonali… Riuscirà, questo cambiamento, a riavvicinare la coppia? Quanti dei conoscenti di Arturo e di Lei seguono realmente gli insegnamenti cristiani? E che dire dei due sacerdoti presentati da Lei ad Arturo, sacerdoti diametralmente opposti? Solo uno dei due, pur conservando la propria natura umana, è realmente una persona cristiana: l’opinione di Arturo non viene data esplicitamente, ma è facilmente intuibile e percepibile. Ma soprattutto, Lei, gli insegnamenti cattolici e cristiani, li segue alla lettera o li “riadatta” alle sue esigenze, come fan tutti?

Noi di Cuori d’inchiostro non vogliamo svelarvi, ovviamente, il finale. Possiamo però anticiparvi che ha un sapore agrodolce. Il sacrificio di Arturo avrà avuto successo? Lei è realmente la donna dei suoi sogni?

La donna angelo

Durante tutto il romanzo, Lei non viene mai chiamata per nome. Un modo, questo, per elevarla spiritualmente, per far arrivare al lettore come Arturo la percepisca quasi come un essere divino o superiore a lui. Insomma, per lui Lei è davvero la donna dei sogni… fino alla fine. L’elevazione della donna attuata da Arturo sembra richiamare quasi la figura della donna angelo del dolce stil novo. Con una differenza: che qui (per fortuna!) la donna angelo viene presentata come reale: Arturo ci convive, hanno una vita che ha guadagnato e ottenuto una loro routine, fino ad arrivare alla Discussione: quella sulla fede di Arturo. Insomma, Lei è elevata da Arturo ad essere “più alto”, ma sempre reale resta (soprattutto agli occhi del lettore).

Se vorrete scoprire Palermo con gli occhi di Arturo a colpi di chou e iris, potrete leggere …che Dio perdona a tutti di Pif cliccando qui. Se invece desiderate ascoltarlo, letto da Pif stesso, potrete sfruttare l’abbonamento Amazon Audible: una volta sottoscritto, vi permetterà di trovare qui l’audiolibro di …che Dio perdona a tutti di Pif e di ascoltarlo gratuitamente.

Consigli di letture affini?

Se vorrete leggere altri libri scritti da delle Iene, possiamo consigliarvi Liberasempre di Nina Palmieri, Quando il gioco si fa duro di Nadia Toffa, Veleno: una storia vera di Pablo Trincia. Queste citate però sono tutte storie vere, mentre …che Dio perdona a tutti di Pif è un romanzo.

Altre storie d’amore invece che possono piacervi sono la serie scritta da Sara J. Del Consile, che abbiamo anche intervistato, e La favola di Eros e Psiche di Apuleio.

Buona lettura!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *