info@cuoridinchiostro.it

Il peccatore – Germano Dalcielo

Il peccatore – Germano Dalcielo

Il peccatore - Germano Dalcielo

Chi non ha letto Dan Brown né visto una delle trasposizioni cinematografiche dei suoi libri? Se le atmosfere e gli intrighi dei suoi romanzi vi piacciono, allora Il peccatore di Germano Dalcielo farà al caso vostro. Lo ammettiamo, noi di Cuori d’inchiostro non avevamo ancora mai letto nulla di questo autore. Ed è con piacere che riconosciamo che questo romanzo ci è piaciuto molto!

Il peccatore di Germano Dalcielo: un po’ di trama

Descrivere in due parole la trama de Il peccatore di Germano Dalcielo non è per nulla banale: in fondo, ci sono tre storie che, sebbene collegate tra loro, avvengono a centinaia di anni di distanza l’una dall’altra!

Agli inizi…

Abbiamo Gesù attorno agli anni 30 d.C. insieme ai suoi discepoli. Lo conosciamo nella sua quotidianità con dei flash incisivi, nei suoi affetti, conosciamo i suoi amici e assistiamo alla stesura di un Vangelo differente dai 4 che conosciamo tutti.

Nel 1500…

Nel XVI secolo siamo in Vaticano, insieme a Papa Leone X. Assistiamo alla sua lussuria, alla sua ricchezza e opulenza, ai consigli da lui ricevuti riguardo un manoscritto che deve rigorosamente rimanere nascosto: ne vale l’integrità della Chiesa così come la conosciamo! Del resto:

La storia insegna quanto ci abbia fruttato quella storiella su Cristo.

Leone X – Il peccatore (Germano Dalcielo)

… fino ad oggi.

Oggi assistiamo invece al tentato omicidio di Fra Remondino, colpevole di aver rinvenuto un manoscritto in greco antico. Cosa ha, di tanto prezioso, tale scritto da spingere una persona ad un tentato omicidio? Chi è, poi, che ha tentato di ucciderlo? Perché non ha portato a termine l’opera? Si è trattato di un errore o di un ripensamento dell’ultimo momento? Riuscità Fra Remondino a salvarsi e a divulgare il contenuto del testo rinvenuto? Del resto, quest’ultimo è rivoluzionario!

Il peccatore di Germano Dalcielo: una piacevole scoperta!

Come dicevamo all’inizio di questo articolo, abbiamo decisamente apprezzato Il peccatore di Germano Dalcielo. Per vari motivi. Il primo è innanzitutto lo stile scorrevole, ricercato ma non pesante.

Come non tener presente inoltre l’abilità dell’autore di tenere il lettore incollato al libro? Si ha quasi la sensazione di leggere un libro scritto dagli “impressionisti“, stile pittorico della seconda metà dell’Ottocento nato in Francia: con poche pennellate si fornisce un ritratto, un dipinto, un paesaggio, si descrive una situazione, si danno sensazioni…

Sicuramente degna di nota è l’attenzione posta sull’amore verso il prossimo auspicata dal Gesù di Dalcielo. Amore verso il prossimo, chiunque esso sia. Senza badare a sesso, ceto sociale, o altro. Un bel messaggio da veicolare, nella speranza di vivere, un giorno prossimo, in un mondo in cui ognuno avrà pari diritti a prescindere dall’orientamento sessuale.

Letture simili?

Come forse ricorderete, abbiamo letto e scritto di A volte ritorno, di John Niven. Cosa accomuna questi due romanzi? Un Gesù Cristo differente da quello comunemente rappresentato e raffigurato, con dipinti, scritti e parole, dalla Chiesa Cattolica. Sebbene di stampo totalmente differente, entrambi i romanzi sono apprezzabili e, in qualche modo, veicolano uno stesso messaggio fondamentale: “Ama il prossimo”, chiunque esso sia.

Se tutto ciò vi ha incuriosito, troverete qui il romanzo Il peccatore di Germano Dalcielo, sia in versione cartacea che in formato e-book. Buona lettura!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *