info@cuoridinchiostro.it

Liberasempre – Nina Palmieri

Liberasempre – Nina Palmieri

Liberasempre - Nina Palmieri

Giovanna Nina Palmieri racconta, in Liberasempre, la vicenda di Ayse Durtuc, una ragazza italiana figlia di genitori turchi molto rigidi e tradizionalisti. Ayse, nonostante la famiglia, cerca di integrarsi coi compagni di scuola e riesce ad avere delle amiche, un’amica del cuore, Chiara, e, successivamente un ragazzo, Antonio. Questo, fin quando la famiglia la manda, ingannandola, in Turchia, dove viene trattenuta contro la sua volontà, drogata e impossibilitata a comunicare con i suoi amici italiani.

L’infanzia di Ayse Durtuc

Chi è Ayse Durtuc? Ayse è una ragazza nata a Siracusa da una coppia di turchi, molto rigidi nel seguire la loro tradizione. Il problema si manifesta, per Ayse, non appena lei inizia a frequentare le scuole: lei è “diversa” e fatica ad interagire con i compagni di scuola. Riesce, però, a superare questo scoglio conoscendo Chiara, che diventerà la sua migliore amica. Sarà lei a regalarle il primo paio di jeans che Ayse indosserà ogni mattina, prima di iniziare le lezioni a scuola, e toglierà al termine delle stesse. Quel paio di jeans ha anche un valore simbolico: è un simbolo di una vita normale.

Il tradimento della famiglia, la prigionia e l’intervento de “Le Iene”

I genitori però scoprono che la loro figlia ha uno stile di vita troppo occidentale ed emancipato. Ayse riesce a farsi allontanare dalla famiglia e a farsi affidare ad una comunità, che sarà la sua “vera” casa, la famiglia che sa accoglierla senza criticarla ed aiutarla e sostenerla. Questo, fin quando, purtroppo, la sua vera famiglia la ricontatta. La scusa è che il suo fratellino, da lei adorato, è in Turchia, sta malissimo e solo lei può salvarlo. I suoi amici e la comunità stessa la mettono in guardia. L’amore per il fratello però è troppo forte. Così Ayse decide di rischiare la sua libertà, e forse la sua vita, per assicurarsi che il fratello stia bene. La ragazza si ritrova in Turchia, segregata dalla famiglia che le toglie ogni mezzo per comunicare con l’esterno, non la lascia uscire da sola. Ayse è prigioniera.

E’ solo grazie alla sua amica Chiara, preoccupata dal lungo silenzio di Ayse, che le cose iniziano a muoversi. Chiara contatta la redazione del programma TV “Le Iene“. Il caso viene preso in mano dall’inviata Nina Palmieri e dal suo collega Nicola Barraco che, insieme alle forze dell’ordine, riescono a liberare Ayse dopo alcuni mesi.

Perché Liberasempre di Nina Palmieri riguarda ognuno di noi?

La vicenda di Ayse è raccontata dalla stessa Nina Palmieri in questo libro, Liberasempre. Una storia che mette in luce una vicenda purtroppo non così rara, causata da ottusità e pregiudizi ai quali è soggetta ogni ragazza, ogni donna nella società odierna. Quante volte una ragazza viene giudicata in base al suo abbigliamento? Al vocabolario che usa? A quante amiche e quanti amici ha? O a quanti partner presunti abbia avuto? Ecco: per questo, vicende simili non riguardano solo culture geograficamente distanti da noi. Vicende simili toccano ognuno di noi, purtroppo. Quanta strada deve ancora essere fatta per vivere in una società che non abbia più spazio per culture così maschiliste?

Liberasempre di Nina Palmieri è il secondo libro scritto da una Iena in cui ci imbattiamo qui su Cuori d’inchiostro. Il primo è Quando il gioco si fa duro, di Nadia Toffa. Se la vicenda di Ayse vi interessa, se non la conoscete già o se volete riviverla, potete trovare il libro di Nina Palmieri qui.

Buona lettura!


Se ti è piaciuto questo articolo, condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *